Messaggio di errore

  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 324 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 326 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 324 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 326 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 324 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 326 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 324 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 326 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 324 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).
  • Notice: Undefined index: href in icon_navbar_get_language_links() (linea 326 di /var/www/www.italicon.education/htdocs/sites/all/modules/icon_navbar/icon_navbar.module).

Farnesina, un anno per Umberto Eco

Iniziative negli Istituti Italiani di Cultura per il 2016

Una serie di convegni ed eventi ricorderà in tutto il mondo l’opera di Umberto Eco, morto lo scorso 19 febbraio all’età di 84 anni. Per analizzare e celebrare l’arte che Eco ha saputo creare il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha stabilito che la rete degli 83 Istituti Italiani di Cultura nel mondo organizzi e ospiti iniziative attraverso tutto il 2016.

Di fronte alla scomparsa di un intellettuale che ha contribuito a far conoscere e amare l’arte italiana nel mondo, la Farnesina intende tutelare, anche fuori dai confini nazionali, un patrimonio culturale, sociale ed umano composto da opere tradotte in cento lingue.

Nelle città in cui sono presenti gli IIC verranno organizzate conferenze ed eventi dedicati all’ampio repertorio di saggi, articoli e romanzi scritti dal professor Eco in oltre sessanta anni, coinvolgendo le personalità del mondo culturale locale che lo hanno conosciuto ed apprezzato.

Il Ministero punta così ad ampliare la partecipazione e l’attenzione seguita alla morte dello scrittore, non solo entro i confini nazionali. Un interesse attestato dal successo di vendite di Pape Satan Aleppe, l’ultimo libro di Umberto Eco, arrivato nelle librerie a una settimana dalla scomparsa del suo autore.

In Italia il volume ha raggiunto la terza edizione con le vendite del solo giorno d’uscita, arrivando a 75mila copie. Un successo atteso per un testo che raccoglie una parte degli articoli pubblicati da Eco su L’Espresso nella rubrica em>Le Bustine di Minerva. Il semiologo e romanziere ha curato personalmente la selezione di editoriali usciti negli ultimi 15 anni sul settimanale, presentandola con una prefazione. L’ultimo scritto di Umberto Eco è anche il primo titolo pubblicato dalla nuova casa editrice, La Nave di Teseo, fondata dallo stesso Eco.

E lunedì 29 febbraio il nuovo Anno Accademico dell’Università di Bologna non poteva non aprirsi con un omaggio a uno dei suoi più illustri accademici. L’inizio della cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico è stato segnato dalla proiezione di un video con alcuni interventi del professore. Eco racconta i modi di costruzione di un romanzo, la vita universitaria e il suo rapporto con gli studenti. La platea, al termine del video, ha salutato il professore con un lungo applauso.

Share this post