Icon Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Ricerca nel sito
Corsi di italiano
Corsi di italiano
I corsi di italiano della prima generazione
Aree disciplinari del corso di laurea
Antichistica
Filosofia
Geografia
Letteratura
Lingua
Musica, Teatro e Cinema
Storia dell'arte
Storia e scienze sociali
Risorse in abbonamento
Biblioteca digitale
Museo virtuale
Enciclopedia
Materiali multimediali
Formazione
Forum
Ricerca utente

Archivio LibriArchivio GeneraleHome News

Malaparte, vita e leggenda

“A Giorgio Napolitano, che non perde mai la calma, neanche durante l'Apocalisse...”. Nell’estate del 1944 il futuro presidente della Repubblica ricevette in regalo dallo scrittore Curzio Malaparte il romanzo Kaputt. Quell’anno Napolitano, all'epoca diciannovenne, aveva conosciuto Malaparte a Capri, accompagnandolo in lunghe passeggiate.

La figura dello scrittore e giornalista riemerge dalle pagine di Malaparte, vies et légendes, in uscita in questi giorni in Francia. Una grande biografia, redatta da Maurizio Serra, ambasciatore italiano all’Unesco e autore di saggi su altri personaggi del Novecento, come Filippo Marinetti, Louis Aragon, André Malraux e Pierre Drieu La Rochelle. Nel testo viene ripercorsa la storia umana di Curzio Suckert, detto Malaparte. Quasi un poema epico che mescola vita e leggenda. Figlio di un tedesco cosmopolita, fu precoce in molte attività: inviato speciale sui fronti della Prima guerra mondiale, capace di passare dal bel mondo alle trincee e alle fabbriche, da Lenin a Hitler, da Mussolini a Mao, dagli anarchici al Papa. Militante di tutte le cause e del loro opposto, Malaparte è stato comunque un precursore essenziale della figura dell’intellettuale impegnato.

Un camaleonte, bugiardo patologico, esibizionista, seduttore, pronto a servire tutti i poteri e servirsene. Profeta della decadenza dell'Europa di fronte alla crescita delle potenze mondiali (URSS, USA, Cina) e alle ideologie di massa (fascismo, comunismo, terzomondismo), resta un grande sconosciuto tra gli artisti importanti del ventesimo secolo. In Vies et légendes l’autore presenta una quantità impressionante di informazioni, dettagli, aneddoti. Resoconti e testimonianze dirette con sei interviste incluse a corredo della biografia. Tra di esse spicca proprio quella all’attuale Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

red21/02/2011
 
 
Archivio LibriArchivio GeneraleHome News

Reg. Tribunale di Milano n. 739 del 28 dicembre 2002

Direttore responsabile: Marco Gasperetti
Caporedattore: Michelangelo Betti
Grafica: Andrea Grande

Collaboratori: Italia | Estero

Vuoi identificarti?
Utente
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati
Potrai accedere alla Biblioteca e partecipare ai Forum!

Clicca qui!

Newsletter
Per ricevere le notizie di ICoN lascia la tua
e-mail

Rapporti internazionali
Partner didattici


Icon tools
Invia a un amico questa pagina
Fai di questa pagina la tua home page
Stampa questa pagina
Copyright © 2000-2016 Consorzio ICoN - Italian Culture on the Net - p.i. 01478280504
Sede legale: Lungarno Pacinotti 43, 56126 Pisa - Sede amministrativa: Piazza dei Facchini 10, 56125 Pisa
Iscrizione al Registro delle imprese di Pisa: PI-130559