Icon Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Ricerca nel sito
Corsi di italiano
Corsi di italiano
I corsi di italiano della prima generazione
Aree disciplinari del corso di laurea
Antichistica
Filosofia
Geografia
Letteratura
Lingua
Musica, Teatro e Cinema
Storia dell'arte
Storia e scienze sociali
Risorse in abbonamento
Biblioteca digitale
Museo virtuale
Enciclopedia
Materiali multimediali
Formazione
Forum
Ricerca utente

Archivio Italia nel mondoArchivio GeneraleHome News

Beni culturali all’estero

Un Master per tutela e valorizzazione

Inizierà martedì otto marzo il nuovo Master in Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale italiano all’estero. Il professor Roberto Greci ne presenta le caratteristiche. Un corso attivato dagli atenei di Parma, Milano e Torino, con il sostegno di molti enti di istruzione e culturali.

Qual è l’obiettivo formativo del Master e quali sbocchi professionali può garantire?

Gli obiettivi del master, in realtà, sono due. La motivazione di natura culturale punta a incentivare lo studio e la conservazione del patrimonio culturale dei molti italiani che, in vari momenti storici, sono emigrati in paesi stranieri lasciando significative tracce e determinando inedite esperienze di interazione tra contesti culturali diversi. D’altro lato esiste un importante obiettivo di natura formativa, che mira a preparare esperti nella storia dell'emigrazione italiana nel mondo, nelle tecniche di catalogazione dei beni culturali di qualsiasi natura (libri, documenti, fotografie, audiovisivi, oggetti d'uso...), nell'ideazione e nella organizzazione di forme di comunicazione culturale che valorizzino questo patrimonio. Quanto agli sbocchi professionali, coloro che conseguiranno il titolo potranno trovare una collocazione nelle istituzioni preposte alla conservazione dei beni culturali, come biblioteche, archivi e musei, e in quelle preposte alla diffusione della cultura, come istituti di cultura, case editrici, giornali, radio e televisione.

Quale è l'interesse riscosso dalla notizia di attivazione del master?

L'interesse è stato forte sia tra italiani sia tra stranieri. Hanno risposto all'appello circa 150 persone, anche grazie alla possibilità di mettere a disposizione un certo numero di borse di studio. Ovviamente, a causa della tipologia delle attività didattiche sia telematiche che in presenza, che puntano ad un impegno laboratoriale e progettuale, il numero degli iscritti dovrà essere necessariamente contenuto. Si è quindi proceduto ad una selezione per verificare preparazione di base e reale interesse. Alcuni dei selezionati, e questa è una cosa molto interessante, hanno già presentato idee e progetti di interventi assolutamente coerenti con la finalità culturale del master.

Come si svolge l'attività didattica?

Le attività didattiche si svolgeranno in parte a distanza, per via telematica, e in parte in presenza, tramite laboratori che avvicineranno gli studenti alle varie tipologie di beni culturali e che insegneranno le tecniche più aggiornate di catalogazione, ad esempio quelle adottate dall'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane. Il corso partirà l'8 marzo e si concluderà a dicembre. Alle attività in presenza, utili per l'impostazione del lavoro, verrà dedicato il mese di marzo.

Quali enti formativi fanno parte del progetto che ha attivato il Master?

Tra gli enti interessati ricordo in primis l'Università degli Studi di Parma, ma anche istituti di conservazione dei beni culturali quali il Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell'Ateneo di Parma, il Centro Apice dell'Università di Milano, il Museo del Cinema di Torino e numerose biblioteche nazionali e comunali, archivi e musei.

Michelangelo Betti(03/03/2011)
 
 
Archivio Italia nel mondoArchivio GeneraleHome News

 

Reg. Tribunale di Milano n. 739 del 28 dicembre 2002

Direttore responsabile: Marco Gasperetti
Caporedattore: Michelangelo Betti
Grafica: Andrea Grande

Collaboratori: Italia | Estero

Vuoi identificarti?
Utente
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati
Potrai accedere alla Biblioteca e partecipare ai Forum!

Clicca qui!

Newsletter
Per ricevere le notizie di ICoN lascia la tua
e-mail

Rapporti internazionali
Partner didattici


Icon tools
Invia a un amico questa pagina
Fai di questa pagina la tua home page
Stampa questa pagina
Copyright © 2000-2016 Consorzio ICoN - Italian Culture on the Net - p.i. 01478280504
Sede legale: Lungarno Pacinotti 43, 56126 Pisa - Sede amministrativa: Piazza dei Facchini 10, 56125 Pisa
Iscrizione al Registro delle imprese di Pisa: PI-130559