Icon Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Ricerca nel sito
Corsi di italiano
Corsi di italiano
I corsi di italiano della prima generazione
Aree disciplinari del corso di laurea
Antichistica
Filosofia
Geografia
Letteratura
Lingua
Musica, Teatro e Cinema
Storia dell'arte
Storia e scienze sociali
Risorse in abbonamento
Biblioteca digitale
Museo virtuale
Enciclopedia
Materiali multimediali
Formazione
Forum
Ricerca utente

Archivio Italia nel mondoArchivio GeneraleHome News

Omaggio alla Commedia

A Vienna trent'anni di cinema italiano

Un mese per la filmografia italiana al Museo del Cinema di Vienna. La mostra Dino Risi und die Commedia all’italiana presenta una delle stagioni più fortunate del cinema italiano, in cui coesistono satira e forza emotiva. Dall’inizio degli anni '50 fino a tutti gli anni '70, la Commedia all’Italiana è stata sinonimo di critica sociale e di intrattenimento. Un cinema veramente popolare che ha vinto per successo di pubblico, ma anche per la qualità di registi, sceneggiatori e attori. Premiati nei festival cinematografici più importanti. Tra i maestri di questo genere cinematografico spicca Dino Risi, un genio della risata amara.

Trentaquattro le proiezioni nella capitale austriaca, con titoli realizzati tra l’immediato dopo guerra e il 1977. Si parte dal 1948 di Risi, con il cortometraggio Buio in sala, presentato Paradiso per 3 ore del 1953 e Il siero della verità del 1949. In programmazione tutti i maggiori successi della “Commedia”, da I soliti ignoti a Divorzio all’italiana, da L’armata Brancaleone a La grande guerra. Chiusura con l’amarezza di quattro film, in cui la commedia lascia spazio a disillusione e rimpianti. Nel 1974, con C’eravamo tanto amati, Ettore Scola racconta le difficoltà e le delusioni di una generazione. Dello stesso anno Profumo di donna di Dino Risi e Pane e cioccolata di Franco Brusati. Nell’ultimo capitolo datato 1977, Un borghese piccolo piccolo, Mario Monicelli porta sul grande schermo il dramma familiare dell’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami. Lo spirito speciale della Commedia all'Italiana è comunque solo in parte spiegato dal lavoro dei registi. Non meno importanti sono stati sceneggiatori e attori. Tra questi ultimi nomi come Vittorio Gassman, Alberto Sordi, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi e Marcello Mastroianni.

Per Gerhard Midding, giornalista e critico cinematografico, nei film della rassegna emerge la vera essenza della Commedia all’Italiana, con tratti di "un piccolo mondo d'infamia e una galleria di archetipi sfumati: il miserabile egoismo, il borghese vile, l'opportunista pigro, l’ipocrita, cattolico e donnaiolo, che si rifiuta di crescere ".

La mostra si svolge in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e Cinecittà Luce, con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura di Vienna.

Il Museo del Cinema di Vienna

L’Istituto italiano di cultura di Vienna

red(14/01/2010)
 
 
Archivio Italia nel mondoArchivio GeneraleHome News

 

Reg. Tribunale di Milano n. 739 del 28 dicembre 2002

Direttore responsabile: Marco Gasperetti
Caporedattore: Michelangelo Betti
Grafica: Andrea Grande

Collaboratori: Italia | Estero

Vuoi identificarti?
Utente
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati
Potrai accedere alla Biblioteca e partecipare ai Forum!

Clicca qui!

Newsletter
Per ricevere le notizie di ICoN lascia la tua
e-mail

Rapporti internazionali
Partner didattici


Icon tools
Invia a un amico questa pagina
Fai di questa pagina la tua home page
Stampa questa pagina
Copyright © 2000-2016 Consorzio ICoN - Italian Culture on the Net - p.i. 01478280504
Sede legale: Lungarno Pacinotti 43, 56126 Pisa - Sede amministrativa: Piazza dei Facchini 10, 56125 Pisa
Iscrizione al Registro delle imprese di Pisa: PI-130559