Icon Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Ricerca nel sito
Corsi di italiano
Corsi di italiano
I corsi di italiano della prima generazione
Aree disciplinari del corso di laurea
Antichistica
Filosofia
Geografia
Letteratura
Lingua
Musica, Teatro e Cinema
Storia dell'arte
Storia e scienze sociali
Risorse in abbonamento
Biblioteca digitale
Museo virtuale
Enciclopedia
Materiali multimediali
Formazione
Forum
Ricerca utente

Archivio EditorialiArchivio GeneraleHome News

Solidarietà per l’Abruzzo

Dal Cgie un contributo per il terremoto

Giorni di bilancio per il Cgie, il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero. A Roma tutti i membri dell’assemblea plenaria, in un appuntamento per riflettere sull’attività svolta e sulle prospettive del Cgie, a venti anni dall’istituzione. Un impegno che, in questo ultimo mese, si è anche rivolto alle zone colpite dal terremoto del 6 aprile.

Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, costituito in base alla legge 368 del 6 novembre 1989, è il consulente del Governo e del Parlamento sui grandi temi di interesse per gli italiani all’estero. Il Cgie rappresenta il primo passo nel processo di sviluppo della “partecipazione” attiva alla vita italiana delle collettività italiane nel mondo ed è nato come organismo essenziale per un loro collegamento permanente con l’Italia. Un ente fondamentale anche per la diffusione della lingua e cultura italiana all’estero.

Un istituto giovane, ma dai molti compiti. Il Consiglio esamina i problemi delle collettività all’estero, in termini di condizioni di vita e di lavoro, formazione scolastica e professionale, reinserimento in attività produttive, esigenze di chi ha bisogno del rimpatrio. Tra le attività risalta anche la promozione di studi e ricerche su materie riguardanti le comunità italiane e di origine italiana, affiancata da un lavoro di verifica dei processi di integrazione.

Nella prima assemblea plenaria del 2009, convocata presso la sala Conferenze Internazionali del Ministero degli Affari Esteri, il pensiero di Elio Carrozza, segretario generale Cgie, si è rivolto alle vittime e a tutte le persone colpite dal terremoto. Dal segretario “un sentito rammarico per quanti sono scomparsi nella tragedia del sisma che ha sconvolto l’Abruzzo e per quanti hanno subito la perdita dei loro cari e dei loro beni, spesso ottenuti con grandi sacrifici in Italia ed all’estero”.

Carrozza ha anche sottolineato che “il Cgie ha inteso essere concretamente a fianco della popolazione abruzzese, con un’iniziativa concreta, istituendo un Fondo di solidarietà che sarà utilizzato d’intesa con il Governo, con la Regione Abruzzo e con la Provincia dell’Aquila per contribuire a fare fronte ai bisogni che nella ricostruzione della provincia verranno individuati come prioritari. Non lasceremo ad alcuno, se non alle popolazioni di quel territorio, la decisione di investire quanto gli italiani all’estero hanno donato con affetto, dimostrando il legame profondo che li lega all’Italia”.

Moltissime anche le iniziative promosse in tutto il mondo dai Comites, molto spesso in stretta sinergia con le autorità locali, per raccogliere fondi e contribuire così alla ricostruzione in Abruzzo, evitando la polverizzazione degli aiuti e lasciando il segno, nella ricostruzione, del contributo degli italiani all’estero.

Michelangelo Betti15/05/2009
 
 
Archivio EditorialiArchivio GeneraleHome News

Reg. Tribunale di Milano n. 739 del 28 dicembre 2002

Direttore responsabile: Marco Gasperetti
Caporedattore: Michelangelo Betti
Grafica: Andrea Grande

Collaboratori: Italia | Estero

Vuoi identificarti?
Utente
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati
Potrai accedere alla Biblioteca e partecipare ai Forum!

Clicca qui!

Newsletter
Per ricevere le notizie di ICoN lascia la tua
e-mail

Rapporti internazionali
Partner didattici


Icon tools
Invia a un amico questa pagina
Fai di questa pagina la tua home page
Stampa questa pagina
Copyright © 2000-2016 Consorzio ICoN - Italian Culture on the Net - p.i. 01478280504
Sede legale: Lungarno Pacinotti 43, 56126 Pisa - Sede amministrativa: Piazza dei Facchini 10, 56125 Pisa
Iscrizione al Registro delle imprese di Pisa: PI-130559