Icon Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
 
Ricerca nel sito
Corsi di italiano
Corsi di italiano
I corsi di italiano della prima generazione
Aree disciplinari del corso di laurea
Antichistica
Filosofia
Geografia
Letteratura
Lingua
Musica, Teatro e Cinema
Storia dell'arte
Storia e scienze sociali
Risorse in abbonamento
Biblioteca digitale
Museo virtuale
Enciclopedia
Materiali multimediali
Formazione
Forum
Ricerca utente

Archivio Arti e spettacoliArchivio GeneraleHome News

Mostre incrociate tra Stati Uniti e Italia

Firenze e New York celebrano Vespucci

Nel quinto centenario dalla morte di Amerigo Vespucci due mostre sottolineano i legami tra la Toscana e l'America. Da un lato dell'oceano la terra natia di Vespucci, dall'altro il continente che ne porta il nome: a Palazzo Strozzi di Firenze è in svolgimento la rassegna Americani a Firenze. Sargent e gli impressionisti del Nuovo Mondo, alla St. John’s University di New York è invece in corso Amerigo's America (1512-2012), Florence and the Merchants of the New World.

La mostra, aperta in questi giorni nella “grande mela” e allestita in italiano e inglese, sarà trasferita anche nel capoluogo toscano e a Tokio. La rassegna propone un percorso di analisi sulla cultura dei mercanti fiorentini nel corso dei secoli XV e XVI. Un tema che collega la storia economica alla storia delle esplorazioni geografiche e presenta la figura di Amerigo Vespucci, l'esploratore e scrittore fiorentino che dette il proprio nome al nuovo continente. Un personaggio che, anche 500 anni dalla morte, mantiene aspetti controversi.

La mostra fiorentina presenta invece il rapporto dei pittori impressionisti americani con l’Italia e in particolare con Firenze a partire dagli ultimi decenni del XIX secolo sino ai primi del XX. Per la prima volta saranno esposte nel nostro paese le opere dei pittori americani che accolsero il linguaggio impressionista e che soggiornarono in Italia. Il flusso di artisti verso l’Europa ebbe un notevole incremento dopo la fine della guerra di Secessione. L’Italia rappresentava un polo di attrazione irrinunciabile. L'esposizione comprende pittori che, pur non aderendo in maniera esplicita al nuovo linguaggio, furono maestri fondamentali per le generazioni successive: da Winslow Homer, William Morris Hunt, John La Farge e Somas Eakins, passando per i grandi precursori come John Singer Sargent, Mary Cassatt, James Abbott McNeill Whistler. Il centro della rassegna è comunque costituito dai quadri degli esponenti del gruppo impressionista, definito dei Ten American Painters, con William Merrit Chase, John Henry Twachman, Frederick Childe Hassam.

red(08/03/2012)
 
 
Archivio Arti e spettacoliArchivio GeneraleHome News

Reg. Tribunale di Milano n. 739 del 28 dicembre 2002

Direttore responsabile: Marco Gasperetti
Caporedattore: Michelangelo Betti
Grafica: Andrea Grande

Collaboratori: Italia | Estero

Vuoi identificarti?
Utente
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati
Potrai accedere alla Biblioteca e partecipare ai Forum!

Clicca qui!

Newsletter
Per ricevere le notizie di ICoN lascia la tua
e-mail

Rapporti internazionali
Partner didattici


Icon tools
Invia a un amico questa pagina
Fai di questa pagina la tua home page
Stampa questa pagina
Copyright © 2000-2016 Consorzio ICoN - Italian Culture on the Net - p.i. 01478280504
Sede legale: Lungarno Pacinotti 43, 56126 Pisa - Sede amministrativa: Piazza dei Facchini 10, 56125 Pisa
Iscrizione al Registro delle imprese di Pisa: PI-130559